Costruttori di Babele

© 2010 - 2015 Costruttori di Babele   Ideation and graphic: Gabriele Mina & Guido Lotti.   Please inform the author of use.

Architetti visionari e outsider, ispirati al bordo della strada, muratori del sogno… Costruttori di Babele è una nuova metafora riservata a quegli artisti autodidatti che hanno dedicato decenni della loro esistenza (fuori o ai confini dell’ufficialità e del mercato) alla realizzazione di un proprio universo: un giardino scolpito, un’arca, un castello…  

Questi spazi sono diffusi ovunque e sono oggetto di particolare attenzione in Francia e USA. Gli autori sono spesso muratori o operai che vivono in piccoli borghi; non è raro che inizino la loro impresa dopo il pensionamento o la scoperta di un materiale elettivo. Costruiscono per lo più intorno o sopra le loro case o proprietà, senza un progetto scritto; utilizzano materiali di recupero per strutture, sculture e mosaici; accumulano forme dando vita a scenografie colorate e inventive. I loro racconti si concentrano sui modi di realizzazione o l’unicità della loro opera; tendono a essere isolati dalla comunità, che li vede come personaggi bizzarri. Le creazioni restano confinate in una cerchia ristretta, valorizzate solo come curiosità locale, difficili da scoprire. Molte rischiano di scomparire dopo la morte dei loro artefici: gli eredi hanno rapporti contrastanti con opere così insolite, difficili da mantenere.

 

Il sito

Questo sito si propone di documentare le costruzioni babeliche italiane, a favore di tutti gl’interessati: un lavoro in progress, grazie anche alle segnalazioni di «corrispondenti babelici». Nell’indice gli artisti sono raccolti per regione e associati a una scheda con: a) breve descrizione dell’opera ambientale; b) documentazione fotografica; c) rimandi (con riferimenti bibliografici autore-data). Restano escluse le invenzioni en plein air di artisti e architetti «ufficiali», piuttosto che le abitazioni insolite, i labirinti o i giardini commissionati (non compaiono dunque il Parco dei tarocchi di Niki de Saint-Phalle o il Sacro Bosco di Bomarzo). Sono censite sia le architetture, sia gli spazi aperti occupati da assemblaggi, sia particolari appropriazioni dello spazio come i graffiti, la scrittura, i murales, sia collezioni e scenografie interne all’abitazione. Sono censiti anche i siti distrutti.

 

L’Associazione

L’Associazione di promozione culturale e sociale Costruttori di Babele è nata con lo scopo di riconoscere, tutelare e valorizzare espressioni culturali, artistiche, antropologiche sul territorio, in particolare le creazioni irregolari italiane descritte in questo sito. L’Associazione, senza fini di lucro, svolge attività di ricerca e dialogo con i costruttori babelici; raccoglie e produce materiali documentativi; promuove iniziative culturali; etc.

L’Associazione è aperta a tutti coloro ne vogliano condividere finalità e modi; la quota annuale è di 10 €: basta scrivere a gabrielemina [at] hotmail.com

 

Pubblicazioni

Babele è anche un saggio a più voci: Costruttori di Babele. Sulle tracce di architetture fantastiche e universi irregolari in Italia (elèuthera 2011). Intorno al libro è nata una rete di scambio d’informazioni e materiali, di produzione di documenti ed eventi babelici. Con Linaria, organizzazione non profit per la bio e biblio diversità, l’Associazione promuove la collana “Paesaggi babelici”.

 

L’archivista di Babele

Gabriele Mina, nato nel 1973, vivo a Savona, sono insegnante e antropologo. Mi sono occupato dei rituali del tarantismo, della storia del corpo e della rappresentazione della diversità. Ho curato, fra gli altri, i saggi Ossessioni. Un antropologo e un artista nel manicomio di Collegno (Besa 2009), Elephant Man. L’eroe della diversità: dal freak-show al cinema di Lynch (Le Mani 2010), Pietro Moschini. Scultore contadino (Linaria 2013).   

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                 Con Mario Andreoli, Fiorenzo Pilia, Luigi Lineri.

Costruttori di Babele
Info franç

en français

Info eng

in english