Liguria

Parco delle bombosculture

Angelo Stagnaro

(1940-2018)

Installazione
Casarza Ligure (Genova)
Il sito si trova in via Annuti 31, nello spazio di fronte alla casa di Stagnaro, che ospita il museo privato di minerali Parma Gemma.

  • ●●

  • ●●

  • ●●

  • ●●

  • ●●

  • ●●

  • ●●

  • ●●

Il parco è costituito da più di duecento «bombosculture»: fantasiose e colorate figure create da Stagnaro, già operaio nei cantieri navali, e posizionate su più livelli. Utilizzava vecchie bombole del gas che seziona, riassemblava e dipingeva, arricchendole di dettagli con materiali di recupero e attrezzi. Così erano nati il Bombomeccanico, Pria (pietra, soprannome del proprietario), svariati personaggi storici… Le prime creazioni in ferro furono realizzate nel 2000 come portaoggetti e fioriere per il Museo Parma Gemma, museo privato di minerali allestito nella casa di Stagnaro, inaugurato nel 1984 e intitolato alla madre. Le bombosculture nel tempo hanno saturato il cortile esterno, diverse sono ricoverate all’interno. Decorazioni in ferro sono presenti anche sul cancello e il balcone.

Il sito di Stagnaro è ricordato in Gabriele Mina (a cura di), Costruttori di Babele. Sulle tracce di architetture fantastiche e universi irregolari, elèuthera 2011 e Gabriele Mina, Tra pietre e metallo: Angelo Stagnaro, in Metamorfosi d’eroe. Pinacoteca Nazionale di Bologna, Cooperativa Sociale Nazareno 2014, p. 11 (catalogo della mostra Metamorfosi d’Eroe a cura di Luca Farulli, presso la Pinacoteca civica di Bologna, dove sono state inserite alcune bombosculture).
Un filmato è stato realizzato da Costruttori di Babele per la regia di Giordano Viozzi (Sushi Adv).
In occasione di alcune ricorrenze (festa della Liberazione, le celebrazioni per i 150 anni italiani) le bombosculture sono state esposte in diversi spazi del comune. Nel 2015, insieme all’autore, si è promosso un cantiere babelico per riverniciare le opere.
Sul web un articolo di Enrico Conti, che presenta i simpatici profili biografici di alcuni personaggi di Stagnaro. La vicenda del Museo Parma Gemma, che ospita una vastissima collezione di minerali in centinaia di vetrine, è riassunta dallo stesso Stagnaro in questa memoria.

Foto: ● CdB [2009-11]; ●● Marco Biancucci [2015]